News

Le nuove prospettive dello sport 4.0

Le nuove prospettive dello sport 4.0

La pandemia sanitaria e i distanziamenti sociali impongono nuove prospettive per le attività sportive. Un cambiamento dell’idea stessa di sport e in atto e anche in questa prospettiva e la digitalizzazione, l’innovazione possono generare nuove prospettive e visioni. Dai tradizionali sensori che misurano passi e battiti cardiaci, diventati ormai una consuetudine per chiunque faccia attività fisica, alle applicazioni di realtà aumentata che, grazie alla rete 5G, permetteranno di vivere un evento sportivo, come una partita di calcio, in modo veramente innovativo.
E poi gli algoritmi che permettono di gestire al meglio le prestazioni di un atleta, ma anche quelle che possono migliorare il rapporto con le tifoserie. È il mondo, ancora in parte inesplorato, dello Sport 4.0, ovvero l’intreccio tra le nuove tecnologie, a partire dalla sensoristica, e il sudore di una prestazione atletica. In queste settimane di isolamento dovuto all’emergenza coronavirus, la tecnologia è tornata utile per continuare a fare attività fisica in sicurezza, senza trasgredire alle regole imposte dal Governo per fermare la diffusione della pandemia sanitaria.
App e video sono lo strumento migliore per bruciare calorie in salotto: la multinazionale sportiva Nike ha la sua piattaforma per smartphone, Nike Training Club, una palestra virtuale dove scegliere fino a 185 esercizi gratuiti con sessioni che variano dalle più soft a quelle più impegnative. Gli allenamenti disponibili sull’app sono ispirati a quelli degli sportivi più talentuosi, da Cristiano Ronaldo fino a Serena Williams. L’emergenza in corso costringerà le persone a limitare le attività sportive e di svago, si pensi a ciò che accade in Campania e in Lombardia. Eventuali soluzioni possono essere alla portata di smartphone. Ad esempio, il progetto Solidarietà Digitale lanciato dal Ministero dell’Innovazione può esser un ottimo strumento digitale dove pescare lo svago migliore. Un mondo che sta,  con l’ausilio dell’innovazione, cercando di ripartire. La trasformazione della Sport Industry, attraverso il crescente utilizzo delle tecnologie emergenti, sta dando vita a un ecosistema che comprende sempre più stakeholder con diversi livelli di partecipazione.
Tali tecnologie influenzano il modo in cui lo sport è praticato, vissuto e sperimentato e generano importanti opportunità di business sia per tutte le imprese che gravitano in questa sfera sia per gli investitori. Sostanzialmente, vi è la possibilità di generare nuove prospettive occupazionali che possano coniugare sport e digitalizzazione. Elementi innovativi che meritano attenzione e analisi per capire quali conseguenze occupazionali prevede il nostro futuro all’insegna degli “insegnamenti” dovuti dall’emergenza sanitaria. Tali dinamiche sono al centro della nuova presidenza del CSAIn Campania, con il dott. Gennaro Rega eletto come presidente più giovane d’Italia per il nuovo quadriennio olimpico 2021 – 2024. Anche nel mondo associativo e organizzativo ci si sta adoperando affinché vi siano tutti i presupposti per mettere immediatamente in condizioni operative la Campania per affrontare la sfida tremenda e senza precedenti che stiamo vivendo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *